lunedì 25 marzo 2013

Lego love. Animor ci presenta la sua ColLEGO.

Un Lego è per sempre, altro che un diamante! E' questa la logica per cui Romina Campagnolo, in arte Animor ha deciso di improntare la sua collezione di collane, hand made, composta da simpatici personaggi che fanno parte di quel magico mondo che sono i Lego. 

Ed io non potevo che innamorarmene. A voi la ColLego di Animor. Con uno speciale testimonial. 


Non ho ancora conosciuto Animor, ovvero Romina Campagnolo, ma già l'adoro. Un pò è come se la conoscessi già, quasi come se fosse una mia futura collega. Mercoledì la conoscerò e mi porterà due delle sue creazioni, perché una non bastava. Ma come si fa a non innamorarsene? I lego, voglio dire. Un pezzo della nostra infanzia, anche se non erano giocattoli prettamente femminili, ma sono loro. I Lego, quei soggettini piccoli e pratici che ci hanno riempito le tasche molto spesso per giocare con gli amichetti o in attesa del medico in coda. 

E Romina ne ha fatto un grande elogio. Ma chi è Romina Campagnolo, Animor? 

"Romina Campagnolo, 25 anni, vivo a Torino.
La passione è nata circa un anno fa per cercare di indossare accessori diversi dalle altre persone e in qualche modo distinguermi. Infatti l'idea che sta alla base del mio concetto di gioiello è di creare collane una diversa dall'altra, sperimentando materiali differenti, in alcuni casi anche di recupero (bottiglie di plastica, teli di plastica, tessuto, carta da parati, carta di qualsia di genere). Poiché gli origami sono una passione che mi rilassa molto, ho pensato che potevo unirla all'amore che ho verso gli accessori. Le collane hanno un design semplice adatto a diverse occasione, sono facili da indossare sia durante il giorno sia per un'uscita serale. Attualmente nei ritagli di tempo fra università e lavoro cerco di farle conosce portandole nei negozi. Per ora le vendite sono on line". 


Se si visita la sua pagina ufficiale su Facebook, le ispirazioni sono di ogni tipo: dalle collane con gli origami a quelle con cassettine, pezzi di tastiera, i Lego e tutto quello che trova attorno a sé. E' così che dovrebbe essere un'artista all'avanguardia: trova un pezzo di fianco a sé e tac, ha una creazione in mano. O al collo, come nel nostro caso. 




Io ho potuto conoscere la collezione dei Lego tramite uno dei suoi fan numero uno, nonché amico e allo stesso tempo fan di questo blog. E' Emanuele Minari, fashion addicted e persona fantastica, con un gusto estetico spiccato, che mi ha fatto amare sin da subito questa collezione e la creatività di questa ragazza. Tanto è che, per Emily's fashion diary, si è prestato a fare da modello/testimonial per mostrare la ColLEGO e il suo acquisto fashion! 

Ecco a voi la ColLEGO di Animor












Insomma, dopo queste foto, ditemi voi come si fa a non contattare subito Animor e prendere tutto quello trovate! Attenzione: io ne ho già prese due, non me le potete rubare! Per tutte le informazioni necessarie potete cercare su Facebook la pagina di Animor oppure cercate Romina Campagnolo, sarà ben lieta di darvi tutte le chicche di cui avete bisogno! Ps: non vi svelo il prezzo, altrimenti che gusto c'è ad andare sulla pagina fan e scoprirlo da sole? 

Grazie Romina, grazie Emanuele, grazie Lego. 




4 commenti:

  1. sicuramente tutti i piccoli imprenditori vorrebbero una esperta di marketing come te complimenti le idee non mancano ai giovani di oggi e soprattutto ai torinesi che son sempre stati tacciati per altri motivi ora Torino e' una nuova Berlino o Barcellona auguri a tutti i piccoli imprenditori

    RispondiElimina
  2. Grazie anonimo! In effetti, meno male che esisto! :-P Speriamo che in questi piccoli imprenditori, un giorno, possa esserci anche io!

    RispondiElimina
  3. Ciao Alessandro! Qui trovi tutti i riferimenti sulla persona che ti può vendere una di queste bellissime collane con i Lego! Se non ti dovesse bastare, fai sulla pagina di Facebook di Animor! https://www.facebook.com/animor.accessori?fref=ts

    Spero di esserti stata utile!

    RispondiElimina

Thank you sweet follower! Lovely as usual!